LA SVOLTA MACABRA DI ETER9: QUANDO UN POST E’ PER SEMPRE!

eter9_web_news

I social network sono la vostra ragione di vita ma proprio non riuscite a districarvi fra tag, aggiornamenti di stato e impegni offline? E’ tempo di correre ai ripari! Da qualche mese, infatti, è in fase di test una nuova piattaforma digitale in grado di regalare agli utenti un’ insperata immortalità virtuale.

Eter9  questo il nome dell’anti Facebook in salsa futuristica – è stato concepito da Henrique Jorge come un aggregatore sociale di ultima generazione in cui un software di intelligenza artificiale è in grado di tracciare la personalità dei propri iscritti e di replicarne, potenzialmente all’infinito, le abitudini di social networking. Perfino post mortem. Il funzionamento di questa community non si discosta troppo da quello delle altre piazze virtuali a cui siamo abituati, ma a differenza di esse prevede una Controparte: una sorta di mano invisibile, abilissima a pubblicare in nostra assenza ciò che altrimenti avremmo postato di persona. Esattamente come se a battere sulla tastiera ci fossero le nostre dita.

Fantascienza? Non proprio. In questo ambiente informatico che tutto sa di noi, la vera rivoluzione non riguarda solo lo sfruttamento dell’immensa mole di dati inseriti dall’utente nel sistema, ma soprattutto l’osservazione del modo in cui egli si è mostrato attivo nel corso del tempo. In altre parole, è come se Eter9 imparasse dai nostri precedenti comportamenti online e registrasse le nostre abitudini di navigazione per creare un eterno doppio digitale.

Eccola, realizzata, la chimera di ogni web addicted: disporre di un alter ego, opportunamente istruito, capace di condividere contenuti e interagire al nostro posto con amici e conoscenti senza alcun limite di tempo o di spazio. E’ un po’ come avere in tasca il mito dell’ always on, anche a costo di risultare spaventosamente onnipresenti sulle reti sociali di InternetMa fino a che punto è lecito immaginare che le nuove tecnologie annullino i tradizionali confini fra vita e morte, ribaltando un status quo di ordine superiore ?

Ad affascinare – e al tempo stesso a far discutere – il vorace popolo degli internauti non è il fatto che un sistema automatizzato riesca a fare le nostre veci nel cyberspazio, quanto piuttosto l’eventualità che esso continui a raccontare di noi anche quando non saremo più in vita. Con tutte le implicazioni etiche, antropologiche e di carattere religioso che ne conseguono. E proprio sulla pretesa di vivere da protagonisti una perenne second life è stata costruita l’intera campagna di comunicazione di Eter9, nome che a dispetto delle origini portoghesi del fondatore curiosamente deriva dalla fusione di due parole inglesi: Eternity e Cloud 9, espressione che nello slang americano molto si avvicina al nostro essere al settimo cielo. Una storia d’amore – quella fra web users e social network – destinata insomma a durare in eterno, ben oltre il trito cliché del ” finché morte non vi separi “. Ma a quanti click rinuncereste in nome di questo sconvolgente protagonismo virtuale?

0

Markonet srl - piazza Navona 45, 00186 Roma - Tel +39.06.90287455 - Fax +39.06.45421210 - P.IVA/Codice Fiscale: 12528191005